Artisti

Trombonista, compositore, arrangiatore. Inizia a cinque anni lo studio del pianoforte, passa poi alla chitarra classica ed infine, dopo aver scoperto il jazz, al trombone, strumento con il quale debutta nel 1954. Da allora la sua attività comprende innumerevoli partecipazioni, con suoi gruppi o come solista ospite, a concerti, rassegne, festival nazionali ed internazionali, seminari, registrazioni discografiche, colonne sonore e commedie musicali, per circa trent’anni, inoltre, è stato autore e conduttore di trasmissioni radiotelevisive sul jazz.

La sua elasticità stilistica gli ha permesso di collaborare con alcuni dei grandi miti del jazz: Lionel Hampton, Earl Hines, Albert Nicholas, Trummy Young, Milton Jackson, Peanuts Hucko, Bud Freeman, Buck Clayton, Billy Butterfield, Yank Lawson, Tony Scott, Kai Winding, Slide Hampton, Curtis Fuller, Bob Burgess, Al Grey, George Masso, Bil Watrous, John Mosca, oltre ai nomi più riconosciuti del jazz italiano. Negli ultimi anni ha collaborato con varie formazioni per realizzare nuovi progetti musicali in studio e dal vivo.

Il suo ultimo lavoro è A CHILD IS BORN, 2007, registrato a Roma presso la Telecinesound. Con la partecipazione di, in ordine di apparizione: Marcello Rosa - Trombone e Arrangiamenti, Andy Gravish - Tromba, Max Ionata - Sax Tenore e Soprano, Paolo Tombolesi - Pianoforte, Gianluca Renzi - Contrabasso, Roberto Pistolesi - Batteria, Euro Bennati - Percussioni, Angelica Ponti - Voce, Giorgio Cuscito - Vibrafono e Pianoforte, Fulvio Buccafusco - Contrabbasso, Cristiano Micalizzi - Batteria, Massimo Carrano - Percussioni, Fabrizio Bosso - Tromba, Enzo Scoppa - Sax Tenore, Stefano Lestini - Pianoforte, Mauro Battisti - Contrabbasso, Carlo Battisti - Batteria, Enrico Pieranunzi - Pianoforte, Alessio Urso - Contrabbasso, Gegè Munari - Batteria, Giancarlo Schiaffini - Trombone, Gianni Foccià - Basso el., Massimo Rocci - Batteria.

Attualmente con Angelica Ponti porta avanti un progetto di ricerca e rielaborazione musicale, rivisitando in chiave jazz brani tratti dalla tradizione della Chanson francese, e proponendo arrangiamenti originali di standard blues e jazz. Con il progetto Jazz Heritage, invece ripercorre passi ed eredità del jazz attraverso una visione assolutamente personale ed originale, valorizzando stili e caratteristiche del quintetto Bepi D'amato - Clarinetto, Giorgio Cuscito - Pianoforte, Giorgio Rosciglione - Contrabbasso, Roberto Pistolesi – Batteria. Riconoscimenti: nel 1985 riceve il Premio RADIOUNO “30 anni di jazz”; nel 1986 premio “Colonna Sonora” (Ente dello Spettacolo); nel 1992 entra a far parte della Grande Orchestra Nazionale Musicisti di Jazz; nel 1993 viene eletto presidente dell’Associazione Nazionale Musicisti di Jazz; nel 1997 viene premiato in Campidoglio “Personalità Europea”; nel 2001 premio “Palazzo Valentini al merito artistico” (Presidenza del Consiglio – Provincia di Roma); nel 2002 e 2003 è stato titolare della Cattedra di Jazz presso l’Istituto di Alta Cultura G. Paisiello di Taranto; nel 2005 “Jazz italiano” a New York”.

Marcello Rosa